Per Anna Politkovskaja

Ancora le barbarie che si accaniscono contro le parole e uccidono persone inermi, libere, coraggiose come Anna Politkovskaja.

L’avevo ascoltata l’anno scorso a Fahrenheit e avevo apprezzato il suo rigore, il suo battersi perchè cose dure, dolorose, della Russia contemporanea siano discusse, indagate, portate alla luce…. Ricordo il suo appello a che l’anormale sia affrontato, con prudenza ma senza timore… Che lezione… Che prezzo…

Nelumbo rosea

Mi costringo a pensare alla gioa di un fiore… dedicato ad Anna naturalmente…

I commenti sono chiusi.

<span>%d</span> blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: