Nel giardino di Patrizia

… e se mi sono trovato qui, solo di fronte a questo scorcio autunnale, nel giardino di Patrizia, devo ringraziare un colpo di vento e acqua che ci ha scompigliato i piani e fermato le intenzioni, la frenesia giardiniera.

Così guardo le foglie di fico a terra: mi chiedo se avranno dato buoni frutti e sorrido all’idea che forse in questo piccolo luogo appena creato c’e già qualcosa di antico, di Adamo ed Eva…

A lato l’Acer japonicum ‘Vitifolia’ nel suo rosso acceso mi chiude la scena e non posso non accostarlo ai gialli del fico e dei pioppi. Gialli un pò sempliciotti, sporcati di terra e macchie nere di fungo. Gialli che mescolati al rosso pichiettato di arancio e cremisi dell’acero giapponese danno un contrasto come di contadini vestiti a festa attorno al loro padrone, naturalmente elegante.

In acqua la chiazza di Myriophyllum aquaticum sembra voler esplodere (quante volte si è dovuto contenerla). Questa bella sudamericana ormai ha conquistato il mondo e anche nel Queensland australiano sono preoccupati

Che le cose non siano semplici e che i nostri piaceri giardinieri abbiano conseguenze ce lo dicono a disco rotto i nostri amici naturalisti. Qui è il caso. Hanno ragione, ma la vita che tutti ci comprende sembra di altra portata e misura e la nostra fragile etica sobbalza e affonda come una barchetta di bambino.

Va bene; una barchetta si può sempre salvare, al limite ricostruire, e qui è un buon posto per farla salpare. No, nulla di biblico, non mi affascina Noè: se ci sarà qualche seme di vita lo vorrà il caso; sarà semplice sottile carta e la miglior piegatura che riuscirò a dare.

Ho bisogno di segni.

Merendi's Garden
clicca sull’immagine per la galleria completa

Comments
2 Responses to “Nel giardino di Patrizia”
  1. cat ha detto:

    prova a prendere una manciata di umili gialle foglie di pioppo e annusa; prendi ora una manciata di eleganti e rosse foglie di nobile acero e fai lo stesso.
    Pioppo batte acero 10 a 0.
    Bello pensare che ad occhi chiusi, in giardino, possano cambiare anche i paesaggi olfattivi.
    Un saluto, il cat

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: