Sul versante selvatico

In questa mattinata gelata, son qui, giardiniere da scrivania, a preparare scartoffie varie;  prima di uscire, veloce veloce, ho voglia di appuntare una cosa, un verso, un lato, una posizione. Come giardiniere sto sul versante selvatico, sto nel bosco, sulla ripa del fiume, sul prato fiorito, sul ciglio della strada, ovunque la natura presenti combinazioni … Continua a leggere

Sentimentali

Meditando sulla discussione tra Silvio e Gatto Silvestre, mi è venuto in mente Pizzetti e la sua definizione di giardino come strumento per comprendere la natura. Io, con Ippolito, intendo il giardino non come un divertimento personale ma come una finestra sul mondo naturale, una finestra che mi mette in relazione, mi stimola, mi chiama … Continua a leggere

Ippolito dei fiori

” … di questo rapporto con la natura considero il giardino il mezzo, lo strumento migliore per realizzarlo, dove è possibile servirsi delle piante come termini di un linguaggio, dove si opera quella riduzione alla misura umana, a verbo, dallo sterminato e indeterminato al terminato, di un mondo di cui si rischia altrimenti ogni giorno … Continua a leggere