Felice il giardiniere…

… e ricorda: chi lavora in giardino è felice! Così mi ha detto ieri, congedandomi, Carlo, Carlo Pagani, il maestro giardiniere come è chiamato oggi dai media, o semplicemente il giardiniere come molti usano a Bologna, nostra comune città. Negli anni le sue tante iniziative, corsi, mostre ed il suo ricchissimo vivaio sono stati per … Continua a leggere

Il giardino immaginario di Russell Page

Poche sono le tracce letterarie degne di nota lasciate dai giardinieri: questa di Russell Page, parte di una descrizione accurata del giardino desiderato e non avuto, è una delle più belle e delicate. “… il mio giardino immaginario potrebbe dunque assumere molteplici forme, ciascuna delle quali avrebbe caratteristiche particolari.

Il giardino di Carl Larsson

Oggi vi parlo di Carl Larsson: era tanto che volevo fare un post sulla sua pittura e il bell’articolo sul numero 280 di Gardenia di Mimma Pallavicini mi ha dato la spinta. E’ estate e sono sei settimane che piove, sei settimane difilata… sono di un umore insopportabile. Così riporta nel suo diario del 1894 … Continua a leggere

Ippolito dei fiori

” … di questo rapporto con la natura considero il giardino il mezzo, lo strumento migliore per realizzarlo, dove è possibile servirsi delle piante come termini di un linguaggio, dove si opera quella riduzione alla misura umana, a verbo, dallo sterminato e indeterminato al terminato, di un mondo di cui si rischia altrimenti ogni giorno … Continua a leggere

Rina Gatti

Adesso è venuto fuori un sole improvviso, e, fuori dalla finestra, rivedo la sua luce dorata. Lo stesso sole, nella stessa posizione di allora, dalla stessa finestra. Ma tu casa non sei più la stessa, così malandata, trascurata come le campagne attorno, come l’aia divorata dai rovi e dalle erbacce, come la porcilaia dal tetto … Continua a leggere

Sulle piante: una riflessione di Yildiz Aumeeruddy

“… al di là di ogni considerazione possibile le piante sono una fonte di pace. I miei rapporti con loro sono resi semplici e calmi dalla consapevolezza di un sentimento universale di tristezza. La loro semplice presenza è per me confortante. Osservando le piante permetto alla loro bellezza di investirmi, con forme, colori, profumi. Ciò … Continua a leggere

Plants for a future

Forza della passione e dell’entusiasmo: sono rimasto incantato dal sapere che Ken Fern stimato fondatore della charity inglese Plants For A Future per anni si è mantenuto come autista di autobus!!! E’ per questa nota biografica appena appresa che mi sono deciso a scrivere ancora un poco su Plants For A Future: una iniziativa di … Continua a leggere

Libereso Guglielmi

La scorsa settimana, in occasione dell’incontro con i ragazzi della cooperativa Agriverde, due nostre giornate sono state allietate dalla visita di Libereso Guglielmi, giardiniere di lungo corso e amico: vorrei, insieme a mia moglie, provare, sulla scia delle belle emozioni sentite, a raccontarvi un po’ … Lo faremo con due scritture, una mia e una … Continua a leggere

Contro il giardino di Pia Pera e Antonio Perazzi

Oggi sono rimasto stregato da questa frase letta sull’ultimo numero di Gardenia: … nostro antico cercare, tra le piante, la vita.   E’ di Pia Pera, tratta dall’ultimo libro, fresco di stampa, Contro il giardino. E’ un libro scritto assieme al passaggista Antonio Perazzi: sicuramente la mia prossima lettura. 🙂

Roberto Sanesi: Frammenti da giardino

Oggi mi sento in festa (sarà quest’anticipo di primavera) così ho deciso di presentarvi nientemeno che… la poesia più amata! E’ questo distinto signore, Roberto Sanesi, purtroppo scomparso nel 2001, che l’ha scritta. A lui, alla sue parole, sarò sempre grato: da quando ho scoperto frammenti da giardino una nota di profonda dolcezza accompagna il … Continua a leggere

Un ritratto e una poesia (di Eugenio M.)

Tiranno, tiranno è il tempo, anche il mio gioco di blogger sfugge… Oggi maneggiando le forbici mi sono venuti in mente una poesia e un vecchio scatto fotografico scovato in rete. Ve li propongo entrambi, senza commento…     Non recidere, forbice, quel volto Non recidere, forbice, quel volto, solo nella memoria che si sfolla, … Continua a leggere

La principessa Mononoke: frames per giardinieri

(Questo post lo devo ai miei due figli, Ettore e Federico, che da anni continuano ad obbligare Cecilia e il sottoscritto a vedere il film d’animazione La principessa Mononoke…) Bene, innanzitutto la trama (se la conosci salta e vai subito a: Frames per giardinieri). Il film, ambientato nel Giappone dell’era Muromachi, inizia mostrando un piccolo … Continua a leggere

La saggezza di Chen

…dice Chen Congzhou, professore alla facoltà di Architettura dell’Università Tonji di Shangai:

The Gardener’s Palette di Sydney Eddison

Oggi vi segnalo uno dei testi più importanti della mia libreria di giardinaggio, purtroppo è in lingua inglese e non ha ancora traduzioni in italiano… Editori?… ci siete?  Vi parlo di The Gardener’s Palette di Sydney Eddison, un lavoro semplicemente indispensabile.

Grazie Benigni

Per una volta esco dal tema del blog e vi propongo da YouTube questa bella elaborazione della lezione di Roberto Benigni sulla poesia. Grazie Benigni!

Per Anna Politkovskaja

Ancora le barbarie che si accaniscono contro le parole e uccidono persone inermi, libere, coraggiose come Anna Politkovskaja. L’avevo ascoltata l’anno scorso a Fahrenheit e avevo apprezzato il suo rigore, il suo battersi perchè cose dure, dolorose, della Russia contemporanea siano discusse, indagate, portate alla luce…. Ricordo il suo appello a che l’anormale sia affrontato, … Continua a leggere

Le rose di Pemberton

In questi ritorni di frescura le nostre ibride muscose hanno avuto un sussulto di fioritura… Ne approfitto per parlarvi del loro costitutore: il Reverendo Joseph Hardwick Pemberton (1852-1926). Prima di tutto vi dico che, per questo signore, nutro una profonda simpatia. Pemberton nel suo tempo libero costituì alcune delle rose più belle al mondo ( … Continua a leggere

Matthew Wilson

From Maestri Oggi vi accenno, con la promessa di approfondirlo, un’altro dei miei riferimenti nel giardinaggio, è il lavoro di Matthew Wilson curatore dal febbraio del 2004 del giardino di Harlow Carr della RHS, e precedentemente del giardino di Hyde Hall sempre della RHS. Io lo conosco attraverso la rivista The Garden dove Matthew ha … Continua a leggere

Piet Oudolf

Oggi voglio parlarvi di Piet Oudolf. Intanto dirvi che, se si apprezza il giardinaggio, non si può non conoscerlo. Il suo lavoro è una delle esperienze più intense e vive che il panorama del giardinaggio contemporaneo offre. Personalmente mi sono avvicinato alla sua opera grazie ai suoi testi e alla frequentazione del sito http://www.oudolf.com, ma … Continua a leggere

Ricordo di Derek Jarman

Oggi 19 febbraio è l’anniversario della morte di Derek. Vorrei ricordarlo con una pagina del suo diario di giardiniere.