Aggiornamento sui castagni di Poranceto

… e così il commento di Alessio, abitante del minuscolo borgo di Poranceto, riaccende la discussione sulle potature ai castagni plurisecolari di cui tanto abbiamo ragionato. Per chi ci legge da oggi ripropongo il link al post più denso di pensieri e riflessioni su quanto è accaduto: questo, qui invece tutti gli articoli (cliccate sull’evidenziato per … Continua a leggere

Nove noccioli (e due figli) crescono

Nove noccioli crescono attorno a una sorgente e i loro frutti cadono nell’acqua e un pesce forse un salmone uno ne mangia…. Tutti i luoghi possono avere una storia e  questa è qui e ora e dopo tanta strada, fatica anche noia… …e siamo arrivati in questo luogo, insieme, un nostro terzo livello: certo, hai … Continua a leggere

I luoghi e la creatività

Avreste mai pensato cha da un cartone animato potesse nascere un movimento in difesa di un bosco? Succede in Giappone, il bosco si chiama Sayama vicino a Tokio. Hayao Miyazaki nel 1988 lo ritrae nel film d’animazione Il mio vicino Totoro. Dopo il successo promuove una fondazione a tutela dell’area che a oggi ha raccolto … Continua a leggere

Montarbu

Montarbu, Ogliastra, 25 luglio 2010. Arriviamo da est, alle spalle il Massiccio del Gennargentu, non abbiamo studiato percorsi, consultato guide, siamo lì, calamitati da quel nome, Montarbu. Sulla strada ci fermiamo a una fonte, c’è l’indicazione di un sentiero che va verso l’alto, verso Scala Sa Marra,  lasciamo le macchine e ci incamminiamo. Radura, poi … Continua a leggere

Poranceto: la risposta

Lettera del Consorzio Parco Regionale dei Laghi Suviana e Brasimone. Ecco la risposta ufficiale del Parco: cliccate sull’evidenziato per aprire il documento PDF (se non si apre provate con Acrobat Reader). Bene! Finalmente! Abbiamo aspettato tanto ma una risposta è arrivata: se consideriamo solo la mail certificata siamo anche nei trenta giorni entro quali un’ufficio pubblico … Continua a leggere

Vorrei ce ne curassimo

Ieri sono tornato a Poranceto con un gruppo di corsisti per fargli conoscere questo luogo così speciale. E’ stata l’occasione per vedere l’evoluzione delle cose che vi avevo raccontato. Purtroppo da allora i lavori di potatura sono avanzati e almeno una decina di giganti pluricentenari sono ora ridotti in queste condizioni. Il 26 maggio, dopo … Continua a leggere

Per cortesia

Si, ogni giorno che passa senza risposta su Poranceto mi innervosisco sempre più e mi gingillo con fantasie da vendicator solitario. Poi mi calmo e penso a chi ha più buon senso e conduce la sua battaglia con intelligenza. Gabriella Buccioli, di fronte a manutenzioni che piallano qualunque forma ed espressione di bellezza vegetale, oltre … Continua a leggere

Poranceto – Ieri

Poranceto – Ieri.  Fine della ricreazione: alcuni giganti ritornano in servizio! Un lavoro ben fatto dicono gli anziani seduti con il loro bicchiere di vino. I nuovi innesti terranno! Meno il mio cuore. Sarò patetico, ma questo per me è uno scempio. E anche se tutto scorre – e questo è bene – aver perso, … Continua a leggere

Not You Parents!

Not You Parents! Originally uploaded by Paolo Tasini Si si… Questo blog è decisamente uscito di sentiero… Anche i suoi autori pare 😉 Vi sembra giusto che solo i piccoli possano… fughinare?

Selvatico non selvaggio

«Dal buco nella siepe» disse Susan «l’ho vista che lo baciava. Ho alzato gli occhi dal vaso dei fiori e ho guardato nel buco. L’ho vista che lo baciava. Li ho visti Jinny e Luis, che si baciavano. Nasconderò la mia angoscia nel fazzoletto. Lo avvolgerò stretta in un gomitolo. Da sola andrò al bosco … Continua a leggere

I castagni di Poranceto

    Ebbene sì l’ho fatto: son tornato ai castagni di Poranceto, questa volta da solo, giusto per capire quelle due, tre, cento cose che ancora mi sfuggono. Subito mi sono scappati gli occhi e ho dovuto rincorrerli se non volevo perderli tra tutti quei legni cavi, quelle cortecce, quei muschi. Riconquistata la vista l’ho … Continua a leggere

Alla macchia

  Alla macchia, sì Matteo, è così il mio giardinare oggi. Giardinaggio senza piani, senza disegni, perchè non si può avere un piano, un disegno quando il piacere è nella relazione, nello scambio. Il mio giardino non è una espressione artistica, come non è un luogo definito: il mio giardino è nel vivere, nel continuo … Continua a leggere

Nella neve

la foto ovviamente è di Paolo… 🙂

Buon Natale

Meditando sulle parole di mio figlio Federico, e battagliando in questi giorni di promesse di regali (Perchè papà il Nintendo DS no? Perchè gli altri lo hanno? Se pensi che sia così stupido, il DS, perchè gli altri no?) mi è venuta in mente una scena estiva catturata all’Arboreto. Domenica pomeriggio, giornata di sole, temperatura … Continua a leggere

Ladri d’autunno

  Mulberry’s shadow, inserito originariamente da Paolo Tasini. Non ne posso più di raccogliere foglie il giorno stesso in cui cadono; è un ordine e oltre una certa misura non posso discutere, ma poveri noi che neppure sotto i nostri piedi vediamo più la bellezza. Autunno quando la luce sgrana le trame e il giardino … Continua a leggere

Le foglie cadono senza fare BUM

Tempo di Grandi Cocomeri che sorgono dall’orto e regalano desideri, più che l’avverarsi degli stessi. Tempo d’autunno, nel quale è tutto un lasciare, ridurre, per conservare energie. Fra poco, il riposo di chi ha già rinvasato, seminato, pacciamato… E io che sono al giro di boa del mio vero capodanno, visto che ho creato il … Continua a leggere

Per una natura che dialoga

Può essere amicizia quella tra un ambiente naturale, un paesaggio e un essere umano? Ha senso questa domanda? La gioia (e la fatica) che proviamo nella vita prossima a un giardino, un bosco, una campagna ricca e varia si può tradurre in sentimenti umani quali la fratellanza, la comunione, l’amicizia appunto? E nel nostro rapporto … Continua a leggere

C’entra!

Cosa c’entra il giardino con il fuoco, la notte, in compagnia dei propri figli in collina? Cosa c’entra il mestiere del giardiniere con l’emozione della natura condivisa con i propri cari? Non c’entra – professionalmente non c’entra – mi dicono i colleghi e mi dico da solo. E’ vero:  il nostro mestiere si coltiva nelle … Continua a leggere

Aliene aliene!

Topinambur Road, inserito originariamente da Paolo Tasini. Ieri sulla strada del ritorno mi sono concesso una breve passeggiata in uno dei luoghi che più amo: la zona umida del Ponte di Bagno di Piano. Di questi giorni una festa per gli occhi grazie all’esplosione degli Helianthus tuberosus o topinambur e alle macchie di Enagra comune … Continua a leggere

La scuola dei boschi

E’ davvero bello il libro di Christine Armengaud: JOUETS DE PLANTES. Per bambini selvatici e adulti rimasti selvatici. Spiega (con documentazione anche storica) come divertirsi con semi, foglie, canne, legno… Tutto diventa gioco, tutto diventa fare, inventare, capire. Lei è una etnologa che si è formata alla scuola d’arte e ha girato il mondo in … Continua a leggere

Lunga vita alla fattoria pigra!

No no no! Non posso iniziare la giornata con una mazzata del genere! Or ora ho appreso che la fattoria pigra è in vendita! Trentanove anni di affetti, figli, nipoti, cani e gatti e naturalmente 2000 specie e oltre tra arbusti e erbacee perenni sconosciute, ma verdi, non possono disperdersi perchè una delle più gloriose … Continua a leggere

Il pericolo viene dai piccoli

Sempre preoccupati delle Grandi Piante Pericolose! Dimentichiamo forse che il pericolo alieno viene soprattutto dalle piccole, piccolissime, microbiche?

Un gigante che non fa paura

Mi piacciono le erbe giganti (però…)

Le erbe giganti: sono tornato dalle vacanze con questo chiodo fisso. 🙂 *burp*, inserito originariamente da Paulo Brabo. Se la passione per i giganti d’erba mi ha invaso è colpa innanzitutto di Libereso con i suoi racconti sulle Gunnere che corrono e dilagano lungo le aree umide delle sue amate Isole Azzorre. Le gunnere sono … Continua a leggere

Meditazioni ecologiche

Siamo sicuri del nostro desiderio di campagna?

Piantare un albero

Stamattina ho messo dei semi di ciliegio nel terriccio. Vengono dall’arboreto di Bologna. Li ho conservati dopo aver gustato il buon sapore delle ciliegie. Non so se qualcuno di questi nocciolini mi darà la soddisfazione di volersi sviluppare ma sarebbe bellissimo. In ogni caso, per sicurezza, pianterò anche un ciliegio più grandino, perché piantare un … Continua a leggere

Cosa sarebbe l’arte

si riflette sul perché Mondrian abbia deciso, da un certo momento in poi, di rappresentare gli alberi solo con righe e quadretti…

Vietato vietatissimo!

E’ così che, a proposito di alberi,  insegnano nella Scuola Primaria Statale di  Pontegraella provincia di Ferrara. Quella povera mamma traumatizzata tempo fa dalla visione di mio figlio su un acero del parco condominiale può tirare un sospiro di sollievo. Si, c’è una scuola pubblica  che educa! Grazie alla rete abbiamo le prove, ad esempio … Continua a leggere

Il posto segreto

Riflettevo, ammirando un bellissimo faggio pendulo, cavernoso ma lieto, che sarebbe stato un bellissimo rifugio, se fossi stata una bambina. Un posto dove starmene un po’ sola, una “casetta”. Il luogo per un tempo di noia creativa, un tempo di libertà tra lo stare e il riemergere con nuova energia. Qualcuno ci pensa oggi, nella … Continua a leggere

Qual è il mio giardino?

Sorpreso e appassionato ho letto e riletto i vostri ultimi commenti (a proposito: grazie, grazie davvero 🙂 ). A questo punto che cosa dico del giardino? Io che da molti anni  non ho un giardino e che lavoro in quello di altri: qual è il mio pensiero? Il richiamo rilkiano del blog, l’Attraverso giardini a me … Continua a leggere