Felice il giardiniere…

… e ricorda: chi lavora in giardino è felice! Così mi ha detto ieri, congedandomi, Carlo, Carlo Pagani, il maestro giardiniere come è chiamato oggi dai media, o semplicemente il giardiniere come molti usano a Bologna, nostra comune città. Negli anni le sue tante iniziative, corsi, mostre ed il suo ricchissimo vivaio sono stati per … Continua a leggere

Viperetta e i fiori

Parlando con i fiori, Viperetta prese nel discorrere un fare un poco studiato, ma in compenso imparò a pensare prima di parlare. I conti Ghingheri e i signori Gangheri hanno figli educatissimi, Viperetta, bambina cattivissima, figlia di sposini in perpetuo litigio va sulla luna ad impar la vita… Leggendo con Federico le avventure di Viperetta … Continua a leggere

Il giardino immaginario di Russell Page

Poche sono le tracce letterarie degne di nota lasciate dai giardinieri: questa di Russell Page, parte di una descrizione accurata del giardino desiderato e non avuto, è una delle più belle e delicate. “… il mio giardino immaginario potrebbe dunque assumere molteplici forme, ciascuna delle quali avrebbe caratteristiche particolari.

Le bustine di Daniele

Oggi saremmo duvuti andare a Murabilia la mostra mercato del giardino amatoriale che tanto abbiamo apprezzato nelle passate edizioni. E’ successo che la mia zucca non era d’accordo e ha piazzato la sua bella crisi emicranica: tutti a casa quindi… Va bè, pazienza, settembre è ricco di belle occasioni, ci rifaremo! Nota piacevole della giornata … Continua a leggere

Il giardino di Carl Larsson

Oggi vi parlo di Carl Larsson: era tanto che volevo fare un post sulla sua pittura e il bell’articolo sul numero 280 di Gardenia di Mimma Pallavicini mi ha dato la spinta. E’ estate e sono sei settimane che piove, sei settimane difilata… sono di un umore insopportabile. Così riporta nel suo diario del 1894 … Continua a leggere

Rina Gatti

Adesso è venuto fuori un sole improvviso, e, fuori dalla finestra, rivedo la sua luce dorata. Lo stesso sole, nella stessa posizione di allora, dalla stessa finestra. Ma tu casa non sei più la stessa, così malandata, trascurata come le campagne attorno, come l’aia divorata dai rovi e dalle erbacce, come la porcilaia dal tetto … Continua a leggere

Zio Ike e Lady Tottington

Oggi, con la testa ormai in vacanza, mi ballano in mente strane figure: due ve le accenno. la prima è zio Ike, il crudo cacciatore del romanzo La grande foresta di Faulkner, personaggio che in giovinezza mi ha letteralmente ossessionato. Ike è l’uomo occidentale che vive la foresta e le sue leggi in maniera totale: … Continua a leggere

Sulle piante: una riflessione di Yildiz Aumeeruddy

“… al di là di ogni considerazione possibile le piante sono una fonte di pace. I miei rapporti con loro sono resi semplici e calmi dalla consapevolezza di un sentimento universale di tristezza. La loro semplice presenza è per me confortante. Osservando le piante permetto alla loro bellezza di investirmi, con forme, colori, profumi. Ciò … Continua a leggere

Educare al giardino, un libro

Da adolescente non amavo molto la scuola di agraria e capitava spesso che alla mattina marinassi l’appello (a Bologna si dice fér fughèn). Non ero il solo a farlo, solo ero invece nei posti dove andavo a spendere il tempo rubato: boschi innanzitutto, in particolare quelli delle colline sotto San Luca a Bologna, presi dal … Continua a leggere

Contro il giardino di Pia Pera e Antonio Perazzi

Oggi sono rimasto stregato da questa frase letta sull’ultimo numero di Gardenia: … nostro antico cercare, tra le piante, la vita.   E’ di Pia Pera, tratta dall’ultimo libro, fresco di stampa, Contro il giardino. E’ un libro scritto assieme al passaggista Antonio Perazzi: sicuramente la mia prossima lettura. 🙂

Roberto Sanesi: Frammenti da giardino

Oggi mi sento in festa (sarà quest’anticipo di primavera) così ho deciso di presentarvi nientemeno che… la poesia più amata! E’ questo distinto signore, Roberto Sanesi, purtroppo scomparso nel 2001, che l’ha scritta. A lui, alla sue parole, sarò sempre grato: da quando ho scoperto frammenti da giardino una nota di profonda dolcezza accompagna il … Continua a leggere

Van den Berk on Trees

Finalmente è arrivato: dopo quasi un anno di peripezie postali mi posso godere questo stupendo lavoro, Van den Berk on Trees, dei vivai olandesi Van den Berk. Ci facevo il filo da tempo a questo testo, 85 euro di costo sono stati un deterrente potente, poi come spesso faccio nei confronti dei libri mi prende … Continua a leggere

The Gardener’s Palette di Sydney Eddison

Oggi vi segnalo uno dei testi più importanti della mia libreria di giardinaggio, purtroppo è in lingua inglese e non ha ancora traduzioni in italiano… Editori?… ci siete?  Vi parlo di The Gardener’s Palette di Sydney Eddison, un lavoro semplicemente indispensabile.

Adamo ed Eva e il Giardino dell’Eden

Stasera, pensando con Federico ad un regalo per un amichetto, ho fatto una brutta scoperta: la versione italiana di Adam and Eve and the Garden of Eden di Jane Ray è andata fuori catalogo; la traduzione di uno dei più bei libri di illustrazioni per bambini non è oggi disponibile in Italia… Oh, che nervoso, … Continua a leggere

La botanica fantastica di Alfredo Pasotti

Vi dicevo ieri che ho impiegato quasi due anni per recuperare il libro di Lionni… Ma tutto il male non viene per nuocere: in quel periodo girovagando in rete, afflitto dagli insuccessi della ricerca del volume, il caso vuole che mi imbatta in una recensione di Alfredo Pasotti che commenta su un rarissimo Manuale di … Continua a leggere

La botanica parallela di Leo Lionni

Tra i libri che conservo più gelosamente e per i quali ho una sorta di venerazione c’è sicuramente questo lavoro di Leo Lionni purtroppo introvabile (anni or sono persi, con grande spavento, la mia copia: ci misi due anni per trovare nel giro dei bibliofili un altro volume…). Concedetemi alcune brevi note biografiche sull’autore: nato … Continua a leggere

Giulio Pantoli. Una vita tra le rose

Oggi vi voglio segnalare un delicatissimo manuale per la coltura delle rose: Giulio Pantoli, Una vita tra le rose. Manuale per la coltura delle rose Società editrice Il ponte Vecchio, Cesena, 2005 E’ intensa e appassionata l’esperienza di rosaista che esce dalle parole di Giulio Pantoli, la si comprende sin dalla bella dedica alla compagna … Continua a leggere

Il giardino nel Corano e nelle Mille e una notte

Articolo di studio In questi giorni di conflitti di culture e di religioni ho voglia di parlarVi delle cose che ho studiato sulle rappresentazioni di giardino nel Corano e nelle Mille e una notte. La mia riflessione parte dall’articolo Il giardino islamico come metafora del paradiso di Maria Jesus Ruberia Y Mata rintracciabile nel volume … Continua a leggere

La fatina dei fiori

Questo è un s.o.s. rivolto a tutti i bibliofili… Un caro amico mi ha passato parti in digitale di questo fantastico libretto di versi e illustrazioni… Sono in visibilio: lo trovo un gioiello, uno di quei piccoli gioielli che… Vi chiedo se qualcuno sa chi sono J. Colombini Monti (suoi i versi) e MariaPia (sue … Continua a leggere

Fortunino il giardiniere

Eccomi qui. Ben ritrovati! 🙂 Oggi tornando al lavoro e meditando sulla la lista dei doveri, mi è venuto in mente il personaggio di Fortunino il giardiniere. E’ una figurina adorabile inventata da Gianni Rodari nel suo bellissimo racconto Il giardino del commendatore. Per iniziare bene la settimana (e per me la ripresa lavorativa) voglio … Continua a leggere

Maria Lambertenghi, Il giardino di Puji

Maria Lambertenghi, Il giardino di Pu-ji. “Quel piccolo giardino doveva essere stato molto bello, ma sentivo che le parole che mi dicevo non rendevano il senso di ciò che provavo. Non era stata solo la bellezza, ma qualcosa di più, era stata la segreta, paziente, infinita ricerca di essa.” pag. 12, L’incredibile avventura di un … Continua a leggere

Grazie Persolino

Da 3 anni la terza domenica di maggio ho un appuntamento fisso: la visita al roseto di Persolino nei giorni di festa dell’ Istituto Professionale Statale Agricoltura e Ambiente “Persolino” di Faenza.

I giardini come lenimento e terapia

Articolo di studio Nella nostra tradizione culturale è cosa quasi scontata associare al giardino una sensazione di piacevolezza e di umano benessere. Dall’Eden in poi i giardini sono intrecciati, legati all’idea della prosperità umana ed hanno acquisito il valore di un bene salutare, un luogo fragile del ristoro e della speranza di prosperità e anche … Continua a leggere

L’albero di Mario Luzi

Promenade humaine Aveva, albero, disobbedito alla sua norma, aveva lui tradito o altri contrastato la sua forma, deviato dal suo fine la sua forza? E ora era deforme per errore o cattiveria di chi ? Si logora, si imbroncia. “Non piangere, albero, non gemere” gli gridano le rondini nei tuffi e negli affondo del loro … Continua a leggere

Il giardino di Nausicaä

“Quando gli umani distruggono l’equilibrio del mondo, la foresta lo ripristina, ad un costo enorme per se stessa. Il marciume diviene proprio lo strato di base per gli alberi che si è mangiato. Mangiare ed essere mangiati… opposti ed uguali in questo mondo. La foresta intera… una vita” Miyazaki, H., NAUSICAÄ della valle del vento, … Continua a leggere

Luciana Moretto Essere d’erbe

Al massimo dell’altezza che in qualche modo mi spetta – piegata sulle ginocchia – è a quell’eccesso, a quel di più di modestia che mi appello per essere effettivamente all’altezza delle erbe Moretto, Luciana, Essere d’erbe, LietoColle, Falloppio, 2006.

Sulla funzione del verde urbano

Rispondo al commento di Barbara sulla funzione del verde urbano segnalandovi l’uscita del sesto volume della Grande enciclopedia per ragazzi MONDO VEGETALE VOL I GLI ECOSISTEMI traduzione del bel lavoro di Marinelli, J., Plant, Dorling kindersley, London, 2004.

Un sentimento maturo del vivere

Oggi vi voglio presentare uno dei miei quadri preferiti: Il vivaio dell’artista americano William Merritt Chase (1849-1916). Il dipinto (1890) rappresenta una scena ove una coppia di giovani donne è colta nella luce pomeridiana di un esterno rurale, un vivaio appunto. Mi appassiona la sensazione di dolcezza diffusa, di gesti lenti e meditati, una miscela … Continua a leggere

Due parole sulle piante che ci inquinano…

“Questo è il selvaggio west, tienti saldo, giardiniere di frontiera, dove sei non c’è certezza di che cosa spunterà di anno in anno, tu tienti pronto – Io so quanto eccitante possa essere il lavoro.” Wiley, K., On the wild side, Portland, USA, Timber Press, 2004, pag. 9. (Trad. personale).

Vivere accanto agli alberi… Sapolsky e Giono

“…quando i nostri antenati s’interrogavano sui grandi quesiti dell’esistenza lo facevano contemplando una cortina inestricabile di alberi o un orizzonte senza fine?” Da Sapolsky, R., “Are the Desert People Winning?”, Discover Vol. 26 No. 08, Anthropology, 2005.